Giulia Negri

garage

EN

Per me in cantina sono essenziali tre cose: la pulizia, la semplicità, la passione.

Ho fatto una cantina piccola, dove all’inizio c’era solo la ghiaia per terra. Il mio garage è minuscolo. Per curare la vigna, fare i vini e girare il mondo per venderli, in tutto siamo in quattro.

Il Pinot Nero e lo Chardonnay stanno in legno almeno un anno, il Nebbiolo quattordici mesi, il Barolo almeno trenta mesi, e solo in certe annate produco anche un po’ di Barbera.

Mi piace lasciare a lungo i vini in bottiglia. Anche il buon vetro ha i suoi segreti.

Gli avversari non mancano, ma il più temibile è sempre in se stessi. Perché un buon garagista sa di non sapere, sa che l’ arte del vino sta nel continuare a cercare. Cercare e cercare ancora, anche a costo di sbagliare, sino a quando farò il vino più buono del mondo.

continua a leggerevini e mercati